Grid-Recycling

Lo sviluppo di un network intelligente di reti locali interconnesse prevede, per ciò che riguarda il riassetto della rete di trasmissione elettrica, la dismissione di linee tecnicamente obsolete o non più necessarie. La questione si inserisce in quella più ampia dei progetti di riqualificazione delle aree industriali e dello smaltimento dei rifiuti legati alle opere di smantellamento e bonifica.

Negli ultimi anni è aumentata l’attenzione al riutilizzo di tali infrastrutture sia per una maggiore sensibilità alla storia industriale che per evidenti aspetti economici: i costi della completa naturalizzazione sono infatti molto elevati.

Felici soluzioni di riqualificazione e uso alternativo, non solo di edifici ma anche di installazioni e impianti, sono già stati sperimentati a livello internazionale: il gasometro di Oberhausen nella Ruhr, trasformato in moderna sede espositiva, ne è un esempio così come la ferrovia sopraelevata newyorkese diventata il parco Highline.
 
Anche nel campo energetico non mancano i progetti di destinazione alternativa, dalle piattaforme marine di estrazione come scogliere artificiali per il ripopolamento dei fondali ai singoli tralicci elettrici come supporto a centraline meteorologiche o ripetitori. Davvero interessante è lo studio del riutilizzo delle reti che per la loro estensione sul territorio mettono in relazione siti distinti: se un oleodotto dismesso che attraversa le Alpi può diventare la sede di cavi elettrici o a fibra ottica, una successione di tralicci per l’alta tensione non potrebbe rappresentare il sostegno per una cabinovia urbana?

 

Scarica la scheda

 

Click me
Grid-Recycling

Sistemi di Accumulo

Promotori e Sponsor