Progetto INGRID

Il progetto INGRID (high capacity hydrogen based green energy storage solutions for grid balancing) è un progetto italiano di ricerca volto alla progettazione e alla costruzione di un’infrastruttura sperimentale di rete intelligente per l’ottimizzazione dell’energia prodotta da fonti rinnovabili rispetto al fabbisogno locale.

Il progetto prevede l’applicazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio alla rete di distribuzione. Sfruttando la capacità di accumulo di innovative batterie a idrogeno sarà possibile bilanciare la generazione intermittente con i consumi (in particolare domestici e da trasporto locale). L’energia rinnovabile, derivante da circa 3.500 MW installati nella regione Puglia, potrà essere programmata grazie a una capacità di accumulo di 39 MWh. L’intero sistema interconnesso (fonti rinnovabili, rete elettrica, batterie, mobilità elettrica) verrà coordinato dall’Energy Management System in grado di indirizzare istantaneamente i picchi di energia provenienti dalle fonti rinnovabili sulla rete, sul sottosistema di mobilità elettrica o verso gli accumulatori. Ogni batteria conterrà 1 tonnellata di idrogeno e un generatore ad attivazione istantanea da 1,2 MW.

 

Con INGRID si vuole dimostrare l’utilità effettiva dell’idrogeno come sistema di accumulo per l’energia elettrica e la possibilità di ottenere cicli di carica/scarica senza decadimento della capacità delle batterie. Sarà così possibile fare fronte alle principali criticità delle fonti rinnovabili (mancata programmabilità e fluttuazione dell’energia prodotta) e garantire una maggiore efficienza nel dispacciamento. Il completamento del progetto è previsto per il 2016 e ha un costo di 23,9 milioni di euro di cui circa 14 coperti da un finanziamento europeo.

 

Scarica la scheda tecnologia

 

Click me
Progetto INGRID

Sistemi di Accumulo

Promotori e Sponsor