Celle Dye-Sensitized

Le Dye Solar Cells sono celle costituite da coloranti (dye) che, dopo aver assorbito un fotone, veicolano gli elettroni al biossido di titanio generando corrente elettrica. Il colore (dye) può derivare dall’estrazione di molecole di diversa origine naturale, come ad esempio more e lamponi.

Questa soluzione permette la costruzione di celle fotovoltaiche trasparenti, consentendone l’integrazione in varie strutture architettoniche o di arredamento come vetri e specchi. Grazie a questo tipo di tecnologia sperimentale diventa inoltre possibile avere una conversione dei raggi solari in energia elettrica anche in condizione d’irraggiamento non ottimale.

 

Il costo contenuto di questo tipo di celle (circa 1€/Wp), oltre alla possibilità di generare energia per un numero maggiore di ore durante la giornata e anche in caso di cielo nuvoloso o presenza di neve, ne rendono conveniente l’uso nonostante i rendimenti dell’8% e la necessità di un’esposizione diretta ai raggi del sole. Le celle possono essere installate anche negli interni su apparecchiature ed elettrodomestici o come parte integrante di un sistema di domotica.

 

In attesa che si avverino le promesse di un rendimento fotovoltaico del 70% e di un costo di 0,1€/kWp grazie all’uso di cloroplasti e proteine fotosintetiche dei progetti sviluppati dal MIT (debutto stimato in 10-20 anni), questa tecnologia permetterà, in tempi più ravvicinati, una forte estensione della generazione solare grazie all’utilizzo di superfici non tradizionali.


Scarica la scheda tecnologia

 

Click me
Celle Dye-Sensitized

Sistemi di Accumulo

Promotori e Sponsor